Corpo ed interazione terapeutica

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’approccio psicomotorio nelle relazioni d’aiuto

 

PRESENTAZIONE

La storia e la ricerca psicomotoria si caratterizzano per l’approccio al bambino centrato sull’azione e sul privilegio dato al linguaggio tonico-posturale che sostiene e integra la vita emotiva e funzionale del soggetto. Esse informano specifiche pratiche cliniche e pedagogiche, come quella propria della figura professionale del TNPEE in area sanitaria e quella dello Psicomotricista che opera in area educativa, ma ci consegnano anche un bagaglio di cultura, teoria ed esperienza che rappresenta una preziosa risorsa nel campo più generale della cura di soggetti in età evolutiva, in quanto intercetta il crescente interesse per le tematiche del corpo e dialoga con le più recenti tendenze della ricerca clinica.
La scelta di proporre un cammino di formazione sull’approccio psicomotorio, a diverse figure sanitarie impegnate nella relazione d’aiuto in campo sanitario, nasce dalla consapevolezza della centralità del ruolo della relazione intersoggettiva nei contesti terapeutici,  della fondazione corporea di tale relazione e della possibilità di aprire a linguaggi espressivi multipli il campo della psicologia clinica, tradizionalmente ancorato alla parola.
Le recenti indagini sui neuroni specchio e il ricco bagaglio di ricerca dell’ Infant Research, accanto agli sviluppi del pensiero in campo filosofico e pedagogico, ci consegnano la concezione di una mente incorporata che può fondare una nuova prospettiva terapeutica dove la relazione “implicita”, la presenza del terapeuta, lo spazio-tempo e il materiale che media l’interazione, l’azione condivisa, l’attenzione al processo, siano riconosciuti come fattori privilegiati del  cambiamento.
Il corso si rivolge a psicologi e psicoterapeuti interessati a integrare nelle proprie competenze cliniche la capacità di essere e di fare della cultura psicomotoria; a TNPEE interessati ad arricchire la propria sensibilità e competenza nel campo della dinamica intersoggettiva tra bambino e terapista; a Psicomotricisti operativi nelle ASL che vogliano ampliare e aggiornare la propria base formativa.

STRUTTURA

Il corso propone  9 Incontri di formazione a cadenza mensile suddivisi in:

  • 3 giornate di formazione personale corporea
  • 6 giornate seminariali  a tema
  • 18 ore di supervisione in piccolo gruppo
  •   3  Incontri serali  -“Affinita”

CONTENUTI

FORMAZIONE PERSONALE  CORPOREA
  • Incontrare l’altro
  • Dall’azione alla narrazione 
PORSI IN CONTATTO: L’INCONTRO TERAPEUTICO
  •  Narrare… la storia, il corpo, il gioco
  •  Le vie dell’ascolto
  • Gioco, Motivazione e regolazione 
PROGETTUALITA’ ORIENTATA AL PROCESSO
  • Il sistema familiare e la terapia del bambino
  • Il “rispecchiamento” terapeutico
  • Affettività, attaccamento e gioco

 

 

 

 

Storico eventi passati:
Scarica la brochure del 2014
Scarica la brochure del 2013
Scarica la brochure dell 2012

I commenti sono chiusi.